spacer

LA PATRIE DAL FRIÛL

Rivista mensile/Magazine

Si tratta dello storico mensile «La Patrie dal Friûl» – dal 1946 sempre interamente in lingua friulana – rilanciato con questo nuovo progetto nel 2007. La rivista, interamente scritta in lingua friulana, si rivolge a un pubblico di una certa elite, ma con temi e stile divulgativi, fruibili anche al lettore che voglia avvicinarsi. L’ottica è quella di inclusione e non di esclusione, quella che deve avere la lingua friulana per avere speranza di sopravvivere fra la strapotenza delle lingue ufficiali degli Stati. Si è voluta una grafica che dicesse questo: elegante e quindi di elite, ma chiara e ordinata – con il supporto di illustrazioni, foto e infografica –, anche perché il lettore friulano che parla la lingua non è abituato a leggerla.
Innovazione partendo dalla tradizione per la rivista non è uno slogan ideale, ma un’esperienza vissuta a ogni numero, dove gli argomenti che vengono trattati sono di tipo generalista, di cui ne analizza anche la prospettiva storica, passata e futura.
Il nuovo progetto grafico si mostra assai adatto alla versatilità dei contenuti, risultando credibile sia quando pubblica una rara foto di donna incinta dei primi del ‘900, un opera dei giovani ma affermati artisti Marotta&Russo o quelle del palazzo dell’Hypo Bank di Udine realizzato dall’architetto californiano Thomas Mayne tutti con il comune denominatore: il territorio friulano.

La rivista si articola su 32 pagine con una struttura editoriale suddivisa in cinque sezioni principali:

Varie rubriche e una parte storico-narrativa completano la rivista.

I contenuti sono pubblicati mensilmente anche sul sito
www.lapatriedalfriul.org , che permette a tutti il libero accesso alle informazioni della rivista.